fbpx
  • Devi essere iscritto per poter aggiungere prodotti e vedere la tua lista dei desideri
  • Carrello
    You currently have no items in your cart.
    View full list in cart.
    Total:
In  Articoli

VINCERE LA CELLULITE

By misscetriolo | Comments: 0 | 1 Aprile 2020

SAI RICONOSCERE LA TUA BUCCIA D’ARANCIA?

ATTENZIONE CONTENUTI NON DISPONIBILI SE PENSI CHE LA CELLULITE VADA
TRATTATA SOLO PER LA PROVA COSTUME!

C’è chi inizia a combattere la cellulite con l’arrivo della stagione calda, in vista della famigerata “prova costume “ ma l’autunno favorisce la vita sedentaria ed è quindi bene preoccuparsene tutto l’anno.

È già perché se in questo periodo siamo un po’ più ferme a frenare non sono siamo solo noi ma anche la circolazione e il drenaggio dei liquidi!

Meno passeggiate nella natura, meno palestra e se è difficile allenarci a casa almeno non dimentichiamoci dei trattamenti sia che partiamo da zero sia che siamo a quelli necessari per il mantenimento.

Si esatto, non solo se scegliamo un bikini dobbiamo preoccuparcene anche sotto la giacca, sotto la vestaglia, jeans e maglietta la nostra ritenzione si fa sentire e possiamo aiutarci con un vero mood tutto mediterraneo: pizzica e spezie.

Forse quello che avevi in mente era chiamare il tuo personal trainer piu sexy e proporgli un corso di Pizzica e cena speziata afrodisiaca, ma non sto parlando di queso, bensì di mettersi davanti allo specchio e osservare bene il corpo per scoprire dove sono gli accumuli ed infine pizzicare per sentire com’è la consistenza della pelle.

Delusa?

Dopotutto ti ho risparmiato la fatica di dover scegliere l’outfit giusto …e hai guadagnato tempo per dedicarti a combatterla senza aspettare l’estate!

Conosciamo meglio l’avversaria per vincerla sei pronta?

La cellulite è il nemico numero uno per la nostra pelle specialmente per gambe e glutei ma prima di mettere in pratica le terapie specifiche identificare la tua buccia d’arancia sarà fondamentale.

Il primo sintomo è la ritenzione e con questo TEST infallibile, verificherai la consistenza degli accumuli adiposi.

Tip tap pizzica, pizzica come nelle migliori spiagge pugliesi!

Per tutti i tipi di cellulite, esiste un sintomo importante, che non deve mai essere sottovalutato: si tratta della ritenzione idrica, e cioè quello’ accumulo sottocutaneo di liquidi e scorie che si può manifestare a qualsiasi età rendendo la pelle flaccida ma che tende ad aumentare con il ciclo e in menopausa per via degli squilibri ormonali.

Se non risolvi, con l’andare del tempo il deposito e i ristagni impediranno il corretto nutrimento e l’ossigenazione delle cellule diventando terreno per vero e proprio grasso tra le fibre dei tessuti.

Senti la pelle fredda e molle? Si formano dei buchi Senti dolore con il pizzicotto sulla parte esterna delle cosce? Ecco il test infallibile per riconoscere i tre stadi di cellulite.

Gli stadi sono essenzialmente tre:

PRIMO STADIO CELLULITE EDEMATOSA
Questo è lo stadio iniziale della cellulite, si presenta principalmente per le donne giovani e colpisce anche le persone magre.

E’ possibile avvertire pesantezza agli arti inferiori.

Se non trattata può evolvere al secondo stadio.

COME RICONOSCERLA?

Alla prova del pizzicotto la pelle appare morbida, pastosa ma elastica e solo con una certa forza compaiono gli avvallamenti la cosi detta buccia d’arancia. Sulle ginocchia e sui polpacci noti aree piu dure dovute alla ritenzione. Questa è la tipologia più semplice da trattare è nuova e tipica della giovane età e della fase del ciclo.

SECONDO STADIO CELLULITE FIBROSA

La seconda fase evolutiva della cellulite provoca un inspessimento del tessuto connettivo ( perde elasticità e si riempie di noduli).

COME RICONOSCERLA?

La pelle ha la caratteristica consistenza a buccia d’arancia, capillari dilatati e zone arrossate. Il pizzicotto lascia un segno bianco e persistente e se massaggi puoi sentire dei noduli più o meno presenti.

Questa è la cellulite fibrosa nella fase intermedia, in genere, si manifesta nell’età fertile.

TERZO STADIO CELLULITE SCLEROTICA

Le zone interessate sono ricche di noduli e molto dolenti, visibilmente alterate.

La riduzione della circolazione sanguigna e linfatica, può portare alla sclerotizzazione dei tessuti e ad una compressione dei nervi che causa dolore.

La pelle è cedente e molle, con avvallamenti molto evidenti con possibilità della comparsa di vene varicose.

COME RICONOSCERLA?

La cute è flaccida e manca di colore, i noduli nel massaggiare, saranno molto presenti a causa della cattiva circolazione. Si tratta della fase sclerotica e il segno caratteristico è pelle molto bucherellata. La cellulite in questo stadio è nella fase più difficile da combattere.

Ricordati se la tua cellulite riconoscerai, migliorare potrai …e ora che sappiamo com’è fatto il nemico mettiamoci all’opera !

RIMEDI SU MISURA MA COSA FARE?

E’ bene trattare in maniera diretta ed efficace la cellulite anche se nell’ultima fase per riattivare la circolazione e ridurre dolore e pesantezza alle gambe.

Efficaci trattamenti specifici,rimedi naturali e piccoli consigli come quello di usare le spezie.

Ora che hai pizzicato abbastanza da poter fare la maestra di Pizzica non ti resta che provare delle spezie che, con le loro fragranze, non solo ti aiutano ma ti faranno sognare le migliori spiagge del mondo.

Della serie a noi piace hot!

STIMOLANTI NATURALI

Il rallentamento del flusso venoso e linfatico è una delle cause primarie della cellulite perché provoca ritenzione idrica e tossine. I principi attivi delle spezie svolgono un’importante azione sulla riattivazione della circolazione e quindi sulla riduzione dei gonfiori localizzati. Il sapore piccante smuove i liquidi, l’energia e tutto ciò che ristagna.

DISINTOSSICANO

Le spezie aiutano a bruciare i depositi di tossine nell’organismo, attraverso la sudorazione.

I gonfiori che appesantiscono la pelle e i segni della cellulite spesso derivano da un accumulo di tossine nell’organismo.

ATTIVANO IL METABOLISMO

Le spezie “riscaldano” il corpo, promuovono la termogenesi; in questo modo aumentano il metabolismo basale e l’assistenza a bruciare i grassi.

COMBATTONO LA RITENZIONE IDRICA

Utilizzate in cucina per aromatizzare al posto del sale, le spezie consentono di evitare l’assunzione di sodio, che fa trattenere l’acqua all’interno dei tessuti, impedendo il corretto scambio di liquidi tra la cellula e l’esterno.

Meno sale significa meno ritenzione idrica e quindi meno cellulite.

UMORE EQUILIBRATO.

La vita frenetica, l’affaticamento fisico e mentale, lo stress possono alterare il metabolismo basale e quindi determinare l’aumento della cellulite. Le fragranze delle spezie sparse nelle stanze esercitano un effetto equilibrante sul sistema nervoso.

STIMOLANO LA PERISTALSI

Le spezie combattono la costipazione, la causa dell’intossicazione dell’organismo e della cattiva circolazione, che sono fattori aggravanti per la cellulite.

Sei pronta per i trattamenti alle spezie? Procurati della cannella e dello zenzero in polvere e olio essenziale di cannella. Fai i trattamenti 2-3 volte alla settimana e in un mese la cellulite inizierà a smuoversi.

Prepara la pelle

COL GOMMAGE ALLA POLVERE DI SPEZIE ungi il corpo con 2-3 cucchiai di olio di sesamo (altri oli in caso non lo si trovi facilmente) e cospargilo con polvere di cannella e zenzero. In questo modo si crea un impasto esfoliante che puoi frizionare su tutto il corpo e perfetto da”concentrare” sulle zone colpite da cellulite. Il gommage attiva la microcircolazione, asporta lo strato superficiale cutaneo, carico di impurità e cellule morte, migliorando la capacità di assorbimento dei principi attivi anticellulite da parte dell’epidermide. Gli oli sono nutrienti disintossicanti e stimolante la circolazione cutanea.

Stimola la circolazione

FAI IL MASSAGGIO ALLA CANNELLA

Lasciando macerare le polveri delle spezie nel olio e tenendole a riposo per una settimana otterrai un olio da usare ogni giorno dopo il bagno, partendo con il massaggio dalle caviglie e risalendo fino a glutei e addome.

Elimina la ritenzione

IMPACCO ALLO ZENZERO

Con dei cucchiai di zenzero in polvere o fresco grattugiato, mezzo litro d’acqua, una garza, un laccio e una spugna avrai quello che ti serve per il magico impacco anti cellulite.

Come fare: metti lo zenzero nella garza e crea un sacchetto.

Riscalda dell’acqua in una pentola e, prima che inizi a bollire, immergi lo zenzero, tenedo la fiamma bassa.

Dopo 20 minuti, strizza il sacchettino e quando l’ acqua sarà colorata di giallo immergi un panno strizzalo e applicala sui punti critici. Ripeti finché la pelle non si arrossa, segno che si è ristabilita una buona circolazione.

Tutto questo il tuo personal trainer non lo sa fare…

Ricapitolando: una volta che conosci lo stadio della cellulite potrai scegliere quali e quanti prodotti applicare senza dimenticarti di pizzicarti di tanto in tanto per tenere monitorata la situazione e aiutandoti con le spezie; la nostra nemica pian piano ci volterà le spalle e in un attimo sarà arrivata anche la prova costume e se hai letto fin qui non la temerai perché l’hai affrontata fin da ora.

Buona settimana,

a presto

Lucia

facebook
twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti serve aiuto?