fbpx
  • Devi essere iscritto per poter aggiungere prodotti e vedere la tua lista dei desideri
  • Carrello
    You currently have no items in your cart.
    View full list in cart.
    Total:
In  Articoli

RUGHE e INVECCHIAMENTO

By misscetriolo | Comments: 0 | 3 Novembre 2020

L’aspetto della nostra pelle risente del decadimento del nostro fisico dovuto all’avanzare dell’età.

Il numero dei nostri anni per nostra sfortuna è quello che la pelle dice e siccome la pelle lavora molto perché riceve informazioni dagli organi interni, dal sistema nervoso, dalla circolazione sanguigna e lotta contro le aggressioni esterne non è facile per lei apparire giovane e in salute a meno che ci curiamo sia dentro che fuori quando è necessario e quando non è troppo tardi.

 

Per prevenire l’invecchiamento intorno ai 30 anni è ottimo fare un punto sulla situazione, prendere nota dei cambiamenti, studiarli e scegliere i modi migliori per la nostra pelle.

 

Ma quali sono queste conseguenze visibili ad occhio nudo?

-assottigliamento della cute,

-formazione di rughe più o meno profonde,

-formazione delle zampe di gallina,

-pigmentazione anomala, macchie scure, melasma,

-irritabilità e fragilità,

-perdita di tono

– rilassamento dello strato superficiale con la conseguente formazione di occhiaie e borse sotto gli occhi

-disidratazione, secchezza

 

Ovviamente questo che appare all’esterno e, come per tutte le cose anche l’invecchiamento è soggettivo e ognuna di noi  deve abbinare e sperimentare varie tecniche per arrivare alla soluzione ideale.

Una cosa uguale per tutte però sono i meccanismi e le modificazioni che avvengono nella pelle anno dopo anno.

Quello che succede negli strati di pelle è del tutto normale e dopo i 30 anni è:

  • rallentamento della riproduzione cellulare e alterazione nella fisiologia della barriera cutanea,
  • rallentamento della circolazione sanguigna e linfatica con accumulo di tossine, sfaldamento della struttura delle componenti fibrillare del tessuto connettivo cioè di collagene ed elastina,
  • riduzione progressiva del tessuto adiposo e infiltrazione del grasso nello strato dermico sovrastante,
  • variazione nella quantità e nella qualità del sebo prodotto dal nostro organismo, squilibrio delle ghiandole sudoripare e sebacee.

L’invecchiamento è inevitabile ma possiamo mantenere al meglio il nostro organismo e aumentare la cura per noi stesse con uno stile di vita sano, i cosmetici e i massaggi giusti.

Una delle cose che ho imparato negli anni è quella che una settimana detox è necessaria per mantenere la pelle luminosa e ben distesa e per capire come e quando intervenire.

Per le settimane successive cerco di mangiare molte fibre, bere molta acqua e assumere alimenti funzionali, che contengano gli elementi necessari per la salute della mia pelle.

Ne avevamo già parlato di quanto consumare frutta e verdura sia fondamentale per assimilare vitamine, magnesio ma anche collagene che si trova nella soia ma oggi affrontiamo un altro puto fondamentale per la tonicità e la giovinezza del nostro volto.

 

Parliamo di massaggi:

Per effettuare un corretto massaggio al viso la pelle dovrà essere assolutamente detersa e pulita, risciacquata con cura e trattata con un tonico per ristabilizzare il PH della pelle dopo la detersione.

 

Si parte aprendo le mani sul volto e partendo dal centro verso l’esterno bisogna eseguire delle frizioni per almeno 4 volte consecutive.

Si passa con le frizioni alla fronte posando entrambe le mani al centro e andando verso l’alto.

Si prosegue con un altro passaggio sulla fronte ma stavolta andando verso le tempie prima da una parte e poi dall’altra.

Si passa alla zona del contorno occhi sia sopra che sotto frizionando la zona delle occhiaie e dell’arcata sopraccigliare.

In seguito, si deve riattivare la circolazione e quindi su tutto il viso dalla nuca fino al mento si possono fare dei pizzicotti leggeri (per mani meno esperte) che andranno a risvegliare la pelle.

Un’altra cosa che ho imparato è che questo massaggio dopo i 30 anni lo devo eseguire ogni mattina dopo la detersione prima di applicare la mia crema quotidiana.

Applicate una buona crema idratante volumizzante e idratante e vedrete subito la differenza!

Ricapitolando quindi le rughe sono quelle pieghe ed i solchi che si formano sulla pelle principalmente in corrispondenza delle aree più esterne ed esposte alla luce solare, come viso, collo, mani e spalle.

Fisiologicamente, le rughe cominciano a spuntare intorno ai 30 anni di età quando l’elasticità conferita da collagene ed elastina inizia a ridursi, il grasso sottocutaneo ad atrofizzarsi e la massa muscolare a rilassarsi.

Sebbene sia in buona parte determinata dalla genetica, la formazione delle rughe può essere influenzata anche da alcuni fattori ambientali, come la luce solare e l’inquinamento, e dall’adozione di comportamenti nocivi come il fumo.

Per chi fosse intenzionato a ridurre l’aspetto delle proprie rughe, è consigliabile consultare un dermatologo, che saprà individuare l’intervento più efficace e adatto al proprio tipo di pelle: al giorno d’oggi, infatti tutti i cosmetici professionali garantiscono risultati visibili già dopo le prime settimane di applicazione e poi ricordate il vostro sorriso farà la differenza a qualsiasi età.

A presto.

facebook
twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti serve aiuto?