fbpx
  • Devi essere iscritto per poter aggiungere prodotti e vedere la tua lista dei desideri
  • Carrello
    You currently have no items in your cart.
    View full list in cart.
    Total:
In  Articoli

Fase 3:Come cambiano i trattamenti estetici

By misscetriolo | Comments: 0 | 14 Maggio 2020

Che uno ci voglia pensare o meno, da quel famoso 9 marzo 2020 (inizio lockdown) la vita non sarà più la stessa.


Distanza sociale, mascherine, guanti, accessi limitati nei locali, coda per fare la spesa…


Insomma chi ci avrebbe mai pensato ad una cosa del genere?


Credo che ci abbiamo pensato un po’ tutti quando questa cosa è iniziata nella lontana Cina, tutti noi abbiamo probabilmente pensato: “Brutta faccenda, fortuna siamo lontani…”


E mentre eravamo intenti a continuare la nostra vita “normale” sentendo solo sporadiche notizie, dal giorno alla notte ci siamo ritrovati in chiusi in casa, il virus era arrivato anche da noi con tutti i suoi problemi.


Ma cosa c’entra questo con The Unique Form?

C’entra perché The Unique Form si occupa di estetica e i centri estetici d’ora in poi saranno molto, ma molto diversi.

Tra le diverse professioni a contatto con le persone, il centro estetico è uno di quelli con più contatto fisico e vicinanza, specialmente per quello che riguarda il viso.

Quella che fino a ieri era una semplice pulizia viso, oggi è un insieme di mascherine, plexiglass, igienizzanti…

Insomma quello che doveva essere un momento di relax si trasformerà quasi in una seduta dal dentista che di relax ne ha ben poco.


Ma non solo, ci saranno controlli della temperatura all’ingresso e addirittura si vocifera, ma non è un dato certo, che si potrebbero trovare dei test rapidi dove, con la saliva, si potrà stabilire se la cliente ha contratto o meno il virus.


Tutta una serie di rituali che probabilmente ti faranno passare la voglia di entrare in un centro estetico.


Se ne parla da diversi anni del fatto che si ritornerà al “fai da te” a riscoprire le cose che si possono fare da soli, a rinunciare ad alcune comodità, più per pigrizia che per necessità…


Alla fine è dovuto arrivare un virus spietato a ricordarci di quante cose possiamo fare da soli, in casa…


Se hai letto la mia presentazione sai che per me di fatto le cose non sono cambiate poi di molto.

 

Sono sempre stata una ragazza che ha dovuto arrangiarsi da sola, una ragazza a cui hanno insegnato sin da bambina ad apprezzare le piccole cose e soprattutto le cose naturali.


Ritorneremo a fare le cose da soli e molto probabilmente questo riguarderà anche l’estetica.

facebook
twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti serve aiuto?