fbpx
  • Devi essere iscritto per poter aggiungere prodotti e vedere la tua lista dei desideri
  • Carrello
    You currently have no items in your cart.
    View full list in cart.
    Total:
In  Articoli

COSA DEVO E NON DEVO FARE A TAVOLA PER LA CELLULITE

By misscetriolo | Comments: 0 | 20 Gennaio 2021

Lasciare al caso l’alimentazione non porta vantaggi ma mangiando sano e facendo i trattamenti giusti anche la cellulite o la ritenzione più insidiosa se ne andrà.

 

La cellulite può essere contrastata in vari modi ma prima di agire è bene riconoscere le cause scatenanti; se tra le cause compaiono poca attività fisica e alimentazione scorretta puoi intervenire con dieta e movimento ma se sono presenti alterazioni ormonali occorre una terapia diversa e studiata ad hoc.

Stabilito che la causa della cellulite è l’infiammazione dei tessuti sottocutanei, innescati dalle cellule adipose, la soluzione è portare in tavola i cibi che riducono lo stato infiammatorio dei tessuti ed eliminare tutti gli alimenti che la favoriscono.

Concentrarsi su allenamento, cosmetici e trattamenti mirati costanti porta a grandi risultati ma non i migliori se a mancare è una corretta e sana alimentazione.

Come ben sappiamo sono un’insieme di fattori a causare la cellulite, tuttavia se  cerchiamo di nutrirci con alimenti funzionali che migliorano la salute e la nostra forma guadagneremo una buona salute e una bella pelle.

Combattere la cellulite a tavola non vuole necessariamente dire seguire un regime dimagrante, ipocalorico e restrittivo: anche le persone magre e in forma soffrono di quei fastidiosi avvallamenti specialmente su gambe, glutei, braccia e addome.

 

Ci sono in particolare piccoli accorgimenti da mettere in pratica quando anche a tavola vogliamo prevenire o combattere la cellulite.

 

State già cucinando? Allora ALT perchè un nemico dell’adipe localizzato è cosi comune che siamo solite non badare alla quantità media che ne assumiamo.

Si tratta del sale che possiamo, anzi dobbiamo, assolutamente limitare.

 

Il sale, (in particolare il sodio che contiene) è un minerale che aumenta la ritenzione idrica dell’organismo cosa che accumuna più donne di quanto credi e che è tra le cause della comparsa di cellulite. Il sodio trattiene l’acqua, favorendo la stasi idrica e linfatica e quindi la cellulite.

Per questo motivo è importante come dicevamo, limitare l’utilizzo del sale ma anche aumentare l’importo di alimenti diuretici.

A nuocere non è solo il sale aggiunto ai condimenti ma quello “nascosto”nei vari cibi che tradisce anche le più attente!

Nei crackers, nelle patatine, nelle brioches, nei cibi confezionati il sale è onnipresente ed è quindi bene leggere le etichette degli alimenti e regolarlo all’interno della nostra dieta.

Se state preparando la cena ecco perché dovete fermarvi…il primo passo che possiamo fare per limitare l’apporto di sale è salare pochissimo l’acqua di cottura e poi viene il resto.

 

Vediamo cosa altro possiamo fare:

-Non salare le pietanze,

-limitare il consumo di cibi conservati sotto sale o eccessivamente lavorati come formaggio, insaccati, patatine, crackers, grissini, biscotti, dolci…

-limitare i cibi già confezionati; preferire gli alimenti freschi, possibilmente di stagione e poco lavorati,

-non rinunciare alla sapidità ma sostituire il sale con spezie, limone o aceto. Se per necessità lo dobbiamo usare, meglio scegliere quello integrale marino o quello rosa himalayano.

-Preferire frutta fresca o secca per spuntini fuori pasto

-Bere molta acqua durante tutta la giornata.

 

P.S. Devi sapere che il sodio è un minerale essenziale per l’organismo quindi bisogna limitarlo ma non eliminarlo del tutto!

Per quanto riguarda gli alimenti diuretici uno su tutti, oltre che ad essere molto apprezzato per il suo gusto, è l’asparago.

 

Tipico della stagione primaverile anche durante le altre stagioni possiamo reperirlo, consumarlo e trarre i suoi benefici.

Vediamo quali sono le caratteristiche degli asparagi:

. Sono ricchi di acqua e fibre quindi saziano e idratano;

. Rappresentano un’ottima fonte di vitamine A e C, antiossidanti e potassio;

. Sono depurativi e diuretici, quindi sono perfetti per chi soffre di RITENZIONE;

. Si possono consumare spesso e sono ottimi sia come condimento che come piatto principale.

 

Vi piace inserire gli asparagi nella vostra alimentazione?

 

Ecco una ricetta:

 

TRANCIO  DI SALMONE  CON ASPARAGI IN SALSA

Il trancio di salmone con asparagi e salsa allo yogurt è un piatto perfetto per la nostra lotta contro la cellulite.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 tranci di salmone
  • 1 mazzetto di asparagi
  • 100 gr di yogurt greco
  • 50 gr di latte
  • 5-6 fili di erba cipollina (o un cucchiaino di quella secca)
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 pizzico di sale
  • olio evo qb

 

Prima di tutto pulite gli asparagi eliminando la parte bianca, sciacquateli con acqua fredda e lessateli in acqua bollente per 6-7 minuti. Scolateli e metteteli da parte.

Per la salsa allo yogurt mescolate lo yogurt greco con il latte e aggiungete l’erba cipollina  sciacquata, asciugata e finemente tritata. Mettete in frigo per almeno una mezz’ora.

Scaldate bene una padella antiaderente e cuocete i tranci di salmone per  5 minuti per parte. Quando sono quasi pronti irrorateli con un cucchiaio di salsa di soia.

Condite gli asparagi con un pizzico di sale e un filo d’olio e serviteli di accompagnamento al salmone ben caldo insieme alla salsa allo yogurt!

In questo piatto troviamo tre alimenti che sono perfetti da inserire nella nostra dieta per combattere la temibile buccia d’arancia:

  1. il salmone: si tratta di un pesce che garantisce un grosso apporto di Omega 3, che combattono le infiammazioni del nostro organismo e quindi anche la cellulite
  2. gli asparagi: favoriscono la diuresi, quindi contrastano la ritenzione idrica che è una delle cause della cellulite
  3. lo yogurt: riequilibra la flora intestinale e favorisce l’assorbimento di sostanze fondamentali per “curare” il nostro organismo

Per riassumere:

Gli alimenti da evitare (o almeno limitare) sono: sale, cibi confezionati, crackers, brioches, condimenti salati, salse elaborate, zucchero raffinato, alcol.

Gli alimenti da favorire: proteine magre come pollo, tacchino, coniglio, pesce, tonno, salmone, sgombro, trota, sogliola, merluzzo, frutta fresca, ananas, uva, papaya,verdura, asparagi, insalata e spremute fresche.

Mangiare sano non è complicato e per un’ottima ricarica di vitamine con tutte le verdure fresche, possiamo stare tranquille e divertirci in cucina per stupire tutti con i sapori genuini che a parer nostro, sono sempre i migliori.

 

ATTENZIONE AGLI SGARRI!

L’aperitivo è sicuramente sinonimo di alcol e, non me ne vogliano i barman e il galateo ma, rinunciare all’alcol significa più salute.

Sia chiaro non cedere ad uno spritz o ad una birra dopo il lavoro non è semplice ma l’unica cosa che è meglio concedersi quando si parla di alcolici è un bicchiere di vino rosso.

Il danno però non è solo la bevanda ma tutti quelli stuzzichini che si accompagnano all’aperitivo.

Un grande aiuto vi può venire dalla frutta secca, per andare a bilanciare i nutrienti e non appesantirvi con cibi elaborati come pizzette, patatine e insaccati.

Mandorle, noci, pinzimonio ecco cosa possiamo scegliere durante la pausa o durante l’aperitivo.

Alla prossima!

 

 

 

facebook
twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti serve aiuto?