fbpx
  • Devi essere iscritto per poter aggiungere prodotti e vedere la tua lista dei desideri
  • Carrello
    You currently have no items in your cart.
    View full list in cart.
    Total:
In  Articoli

CHE IMPACCO QUESTA QUARANTENA!

By misscetriolo | Comments: 0 | 20 Aprile 2020

Dai non scherziamo questo blog vuole suggerirti cosa provare di nuovo per avere delle gambe perfette!

Per aumentare i benefici dei trattamenti anti cellulite puoi fare affidamento a degli alimenti che possono essere impiegati come cosmetici naturali, in questo modo il loro contenuto di antiossidanti viene trasferito direttamente ai tessuti della pelle. Azione drenante o rimodellante sulle adiposità per ogni problema c’è una soluzione e io adoro usare le spezie per preparare decotti con i quali faccio  impacchi su gambe e addome.

Il tempo che richiedono cura della pelle e benessere ora è tutto a nostra disposizione, e io con i ritmi frenetici di prima mi rattristavo di una cosa in particolare che oggi voglio svelarti.

Avevo da tempo abbandonato la mia routine con gli impacchi perché bisogna rilassarsi per applicarli….e il tempo dove lo trovavo?

 

Oggi ho ripreso con questi impacchi e sono tutt’altro che noiosi.

Quello di cui parlerò è un modo per sfruttare al meglio le proprietà di alcune erbe e piante curative mediante l’estrazione delle sostanze benefiche attraverso una breve cottura in acqua bollente che si chiama decotto che successivamente applico sulle zone critiche per trarre benefici dalle erbe.

Il decotto viene preparato con foglie, ma anche radici e spezie in polvere.

Per prepararlo oltre alle parti delle erbe e delle piante officinali prescelte si deve avere un colino, un pentolino e della semplice acqua. Si procede versando sul fondo del pentolino o in una garza, le droghe prescelte e ricoprendole con acqua, lasciato sobbollire per un periodo di tempo che, a seconda delle droghe prescelte, può variare da cinque a quindici minuti.

 

La mattina vado nell’orto e prendo le spezie che mi servono per fare l’infuso o decotto come base per imbibire il panno dell’impacco.

Il decotto deve essere lasciato intiepidire per qualche minuto prima di essere impiegato, nella preparazione di impacchi (imbevendo delle compresse di cotone o di garza da applicare sulla pelle).

E il resto che devo fare dopo l’applicazione è lasciarlo agire… io lo faccio mentre leggo un libro tu che faresti?

Posso tra l’altro fare tre cose con questi decotti ovvero preparare le bende per un bendaggio, dei panni per gli impacchi e aggiungerli all’acqua della vasca per un bagno di benessere. 

Voglio spiegarti veramente tutto quello che c’è da sapere perché credimi questa pratica ha risultati molto efficaci( le mie bende THEUNIQUEFORM sono nate da questa mio amore per i decotti)


Torniamo a noi quanto conosci gli 
impacchi? Sai che benefici hanno? Hai mai provato a farlo in casa?


Per iniziare 
che cos’è un impacco? 

La composizione di acqua e oli essenziali messa a contatto con la pelle tramite garze o panni si chiama impacco. Una tecnica già impiegata nell’antichità.

Anche le nostre nonne ne facevano, sfruttando l’azione terapeutica dell’acqua o calda o fredda.

Chi di noi non ne hai fatto almeno uno per qualche linea in più di febbre! 

Il beneficio dell’impacco dipende dalla materia impiegate e immerse nell’acqua e dalle relative proprietà. 


COME SI PREPARANO?

Tutto molto semplice …. ma quali strumenti mi servono?


-Acqua
 (calda o fredda, a seconda delle esigenze) del beneficio e della sostanza da immergere

-Oli essenziali,polveri di spezie, radici,  -Bende, garze, panno di cotone


In generale si preparano un’acqua aromatica e immergendo l’occorrente in una garza. Va poi imbevuto un panno per pulito, estratto immediatamente e strizzato per applicarlo direttamente su pelle pulita ed asciutta. 

L’impacco va tenuto sulla zona fino a che la sua temperatura avrà raggiunto quella corporea per poi ripetere l’operazione.

L’operazione va ripetuta più volte per beneficiare completamente dei principi attivi.

Con alcune sostanze indicativamente va smesso di applicare quando la pelle si arrossisce perché è simbolo che la circolazione si sia ristabilita.

Dopo che la pelle sarà asciutta di deve risciacquare solitamente con una doccia tiepida. 


Per il benessere delle gambe abbiamo bisogno di antiossidanti ovvero sostanze preziose; la sedentarietà ostacola la circolazione aggravandosi con il costante aumento della temperatura ed umidità e quindi la  formazione di ristagni e congestioni nella parte inferiore del corpo che si trasformerà poi nella in cellulite sta arrivando sulle gambe di tutte!

È si anche se differenti, e trattabili con metodologie diversi ogni età è presa di mira dalla sedentarietà.

Percepisci stanchezza, dolori ai piedi, caviglie e le tue gambe sono pesanti? 

Tutto questo è normale, ma possiamo aiutarci con gli impacchi per poi continuare con i massaggi.

Massaggiando per un paio di minuti le gambe, ginocchia, cosce e glutei con un guanto di spugna intriso di una sostanza è un beneficio semplice quanto efficace.

Massaggiando sempre dal basso verso l’alto così i liquidi vengono spinti in alto e sono più facilmente smaltibili dai reni.

Bere di più è importante giusto? 

I decotti vengono utilizzati ance come bevande e hanno i medesimi benefici.

Per il resto meglio scegliere bevande a temperatura ambiente e non gassate ,un caffè leggero non fa male ma meglio preferire infusi rinfrescanti in grado di stimolare la diuresi.

 

Ecco le ricette per impacchi e infusi per sfruttare tutte le virtù dei preziosi alleati naturali.

 

IMPACCO AL TÈ VERDE 

Antiossidante e riattiva la circolazione, combatte lo stress e riduce l’assimilazione dei grassi degli alimenti.

Opzione1: utilizzare le buste di tè.

Preparane un litro scarso ed imbevi delle garze di cotone da applicare per 30minuti sulle zone edematose(cosce, glutei, gambe): sdraiati e lascia in posa 30minuti poi sciacquati con una doccia tiepida.

Opzione 2: utilizzando il tè in polvere: scalda la teiera con acqua bollente, metti il tè e mescola preferibilmente con uno strumento di legno (evita l’acciaio e la plastica) fino ad ottenere un composto spumoso.

Lascia intiepidire e con l’aiuto di una garza applicalo nelle zone critiche lascia in posa il più possibile.

Sarebbe l’ideale mettere degli indumenti brutti in modo da potersi coricare con l’impacco e risciacquare la mattina.

 

-IMPACCO ALLO ZENZERO

Ritenzione addio…

Ti servono zenzero fresco o in polvere mezzo litro d’acqua, una garza, un laccio e pezzuole di spugna.

Poni lo zenzero nella garza per formare i sacchetto. Fai scaldare l’acqua in una pentola e prima che arrivi a bollore immergi il sacchetto mantenendo la fiamma molto bassa. Dopo circa 20 minuti strizzando il sacchetto nella pentola noterai che il colore è giallo ed è arrivato il momento di immergere il pezzo di panno strizzarlo e applicarlo sui punti critici e ripeti più volte.

Quando la pelle inizia ad arrossarsi (come quando usi la Crema effetto termico) vuol dire che la circolazione si è ristabilita e l’impacco è finito.

 

-IMPACCO ALL’ACETO DI MELE 

 

La mela e i suoi derivati ​​entrano nella composizione di efficaci ricette rassodanti, idratanti, tonificanti e vitaminizzanti, l’aceto di mele, in particolare, riattiva la circolazione e promuove il ricambio cellulare, rende più elastici i tessuti e leviga la cute dopo le lunghe esposizioni al sole. 

Usato spesso garantisce benessere e leggerezza immediata.

 

Un rituale elegante che amo fare come la prima volta, il calore, i panni, il relax ma soprattutto i benefici che ottengo rendono una vera spa naturale casa mia e chi li ha provati non ne può fare a meno..

Buon impacco…rilassati! 

facebook
twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti serve aiuto?