fbpx

AUTOMASSAGGIO AI PIEDI IL RITUALE CHE MIGLIORA LA CELLULITE

Apr 30, 2021 | Articoli

L’automassaggio ai piedi è un rituale che garantisce benessere al nostro corpo affaticato ma spesso non prendiamo in considerazione di farlo.

Scopri perché non dovrebbe mancare a fine giornata e come eseguirlo!

Quante volte non vediamo l’ora di toglierci scarpe scomode e di stendere i piedi su un divano dopo una lunga giornata di lavoro?

È  più comune di quanto immagini rientrare a casa con piedi doloranti e gonfi e forse non sai che, dietro a queste sensazioni c’è di più, è  infatti un fattore di rischio per lo sviluppo della cellulite.

Il piede è sede di delicati sistemi vascolari che possono portare squilibrio al nostro benessere generale e peggiorare i nostri inestetismi.

Per abitudine non ci si sofferma quotidianamente al trattamento dei piedi ma è un grosso sbaglio, perché i piedi ci permettono di camminare, di stare in piedi, di guidare e di fare altre mille cose, e anche se sembrano semplici sono composti da 26 ossa, 33 articolazioni, più di un centinaio di legamenti, muscoli e un’enorme quantità di ghiandole sudorifere.

L’equilibrio dei piedi può venire alterato da posture scorrette o dal frequente utilizzo di calzature sbagliate, con tacchi alti e che non supportano il piede nel modo corretto.

Ma attenzione anche a come teniamo il piede quando stiamo sedute!

Alcune persone sembrano sempre in ordine, ma altre come me, per esempio si accorgono di assumere posizioni stravaganti durante la giornata.

Infatti non è sempre facile stare sedute con la schiena bene eretta e i piedi ben posizionati; nel mio caso peggioro la postura quanto sono sovrappensiero o non posso contare su una sedia ergonomica.

Attenzione perché posizione errate e prolungate, portano il blocco della circolazione favorendo i problemi di ritorno venoso e quindi ritenzione idrica con conseguente gonfiore.

Quindi sedentarietà e difetti posturali danneggiano il nostro benessere complessivo e peggiorano la condizione dei vasi sanguini portando ad un sicuro sviluppo della cellulite.

Anche un difetto nell’appoggio del piede è un fattore di rischio per lo sviluppo della cellulite, sia durante la camminata che durante la corsa.

L’automassaggio è il miglior modo per concludere la giornata e serve per risvegliare la sensibilità dei nostri arti inferiori, attenuare la pesantezza e garantire un effetto positivo sia sui piedi che in tutto il corpo.

Un consiglio: per rendere più efficace l’automassaggio ai piedi potete impiegare qualche goccia del vostro olio essenziale preferito. Contribuirà a migliorare la circolazione e rilasseranno corpo e mente.

 

Per garantirvi il massimo rilassamento il consiglio di The UniqueForm è quello di aggiungere qualche goccia di olio essenziale all’olio di mandorle o karitè e avere cosi il perfetto mix di ingredienti idratanti, emmolienti e curativi.

I migliori sono quello di rosmarino e menta, provate per credere!

Una volta preso l’olio essenziale, mettetene qualche goccia sul palmo della vostra mano, unite i palmi e, frizionando, scaldate l’olio con l’altro olio per qualche secondo.

Sollevate quindi la gamba destra appoggiando la caviglia sulla gamba sinistra, appena sopra il ginocchio. Da questa posizione potete iniziare il massaggio.

AUTOMASSAGGIO:

 

  1. Allungare le dita dei piedi una a una. Prendete delicatamente tra pollice e indice della vostra mano ogni singolo dito del piede e allungatelo verso l’alto. Il movimento deve partire dalla base del dito e salire verso l’unghia. Tenete l’allungamento per alcuni istanti prima di lasciare andare. Svolgete l’operazione con delicatezza, ripetendola più volte se necessario.
  1. Il ventaglio. In questa seconda fase le dita dal piede verranno aperte, con l’aiuto delle mani, come un vero proprio ventaglio, in modo che ogni dito si distanzi l’uno dall’altro. Tenete anche in questo caso la posizione di apertura delle dita per alcuni istanti, fino a quando avvertirete sciogliersi un po’ di tensioni. Potete ripetere il movimento più volte.
  1. Picchiettare la pianta del piede. Con la mano a pugno potete iniziare a picchiettare la vostra pianta del piede. Con gentilezza, ma nemmeno in modo troppo leggero. Distribuite bene il picchiettìo in ogni punto della vostra pianta. Ne ricaverete un effetto stimolante ed energizzante che è quello che ci serve dopo l’ affaticamento quotidiano.

 

  1. Massaggiare per bene tutta la pianta, con movimenti energici e lenti. Soffermatevi sulle parti che avvertite più bisognose di massaggio, senza dimenticare nessun punto. Concentratevi sulle sensazioni che provate, cercando di cogliere a quali parti del corpo si estendono. Infatti per chi non lo sapesse, ad ogni punto del piede coincide una parte precisa del corpo.

 

Terminata la sequenza con un piede, ripetetela sull’altro.

 

Per concludere ruota le caviglie. Afferra il piede e sollevalo. Con una mano ruota il piede all’altezza della caviglia. Esegui 10 rotazioni per ogni direzione.

Se lo fate regolarmente una volta a settimana scoprirete che, a partire da questa parte dell’organismo,  arriveranno benefici in tutto il corpo, fino a un senso di completo benessere per il vostro corpo e la vostra mente e eviteremo di peggiorare la condizione del microcircolo che causa la cellulite,

A presto

 

× Ti serve aiuto?
Il mio carrello
🎁 Solo 50,00 dalla consegna gratuita in IT 🇮🇹
Il tuo carrello è vuoto.

Sembr che tu non abbia ancora fatto una scelta.